VALUTAZIONE RISCHIO CHIMICO
Il datore di lavoro deve determinare l’eventuale presenza di agenti chimici pericolosi ed effettuare
una valutazione del rischio, tenendo in considerazione :
– Proprietà pericolose ;
– Informazioni delle schede di sicurezza dei prodotti ;
– Livello, tipo e durata dell’esposizione ;
– Valori limite di esposizione professionali e/o valori limite biologici ;
– Effetti delle misure preventive e protettive da adottare ;
– Sulla base di tale valutazione, provvedere all’eliminazione o riduzione al
minimo dei rischi e mettere a disposizione dei lavoratori gli adeguati
Dispositivi di Protezione individuale e collettiva.

Gli esiti della valutazione devono essere allegati ed andare ad integrare il “documento di
valutazione dei rischi” redatto ai sensi dell’art. 28 del D.Lgs. 81/2008, ed essere resi noti al
Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).

Sanzioni: Arresto da 3 a 6 mesi Ammenda da € 2.500 a € 6.400